Coroncine per Re e Regine della Foresta

Aggiornato il: 6 giorni fa



Pensate se foste piccoli. Vedreste il mondo da un altro punto di vista e, quello di un bambino, è straordinario. Ora, immaginate di chiedere alla vostra mamma una corona per mimetizzarsi e diventare i re e le regine della foresta. Non sentireste anche voi la stessa emozione? Ho iniziato a sentire la prima aria frizzantina, vedere le foglie cambiare colore e i fiori diradarsi sempre di più, per lasciare posto alle sfumature di Ottobre. Non poteva esserci attività migliore per dare il benvenuto all’autunno e ai suoi colori, per cui oggi creeremo insieme la coroncina di foglie per giocare con i vostri bimbi!

Coroncina di Foglie per Re e Regine della Foresta Cosa occorre?

  • sagoma di cartoncino

  • due spaghi

  • colla

  • pinzatrice

  • foglie e petali

Per realizzarla occorre preparare una sagoma a forma di corona o una striscia lunga almeno metà testa del bimbo dove, ai lati, andremo ad attaccare i due spaghi. Ora viene la parte divertente: durante una passeggiata nel bosco, una piccola ricerca in giardino o un pomeriggio al parco giochi, raccogliete tutte le foglie che vi piacciono di più. Preparate la colla e sistematele come più vi piacciono, attaccandole alla sagoma di cartone. Noi abbiamo attaccato anche qualche petalo di fiore, ma voi potete sbizzarrirvi con i vostri bimbi e trovare quello che più vi piace per arricchire la vostra corona. Infine aiutatelo ad indossarla legando gli spaghi dietro la testa. Sarà un bellissimo gioco low cost per poter sentirsi parte della foresta, anche in casa! Spero che questa idea così semplice, ma così preziosa, vi sia piaciuta!

E soprattutto che i vostri bambini si possano divertire inventando avventure di ogni sorta, tra fate, gnomi e folletti! Ogni primo giorno del mese mi troverete qui, a creare assieme a voi e ai vostri bimbi! Passo dopo passo sono sicura faremo cose bellissime. Vi aspetto! Giulia

#creainatura #gioconaturale #laboratoriocreativo #coronadifoglie


In foto Giulia, Viola e Melissa

Foto credits: Giulia Dinale